Enciclopedia medica: toxoplasmosi a seguito del consumo di carne cruda o non abbastanza cotta



Malattie e sintomi

Fonte: TCS Info Feed


La toxoplasmosi è una malattia infettiva causata da un parassita microscopico denominato Toxoplasma gondii. I gatti sono gli ospiti finali di questo parassita, che si riproduce nel loro intestino.

Gli stadi immaturi del parassita vengono espulsi dai gatti attraverso le feci e, tramite i mangimi, sono ingeriti da altri animali, in cui si riproducono ulteriormente e formano cisti soprattutto nei muscoli. La malattia si trasmette all’essere umano soprattutto con il consumo di carne cruda o non sufficientemente cotta (incl. il pollame).

Quadro clinico
L’infezione da Toxoplasma gondii ha un decorso asintomatico nelle persone con un sistema immunitario sano e passa generalmente inosservata. In caso di immunodeficienze, l’infezione può colpire diversi organi, in particolare il cervello. Se una donna incinta contrae l’infezione per la prima volta, può trasmetterla anche al feto. In rari casi, il bambino può avere infiammazioni oculari e danni cerebrali. L’infezione da questo parassita e la malattia sono curate con antibiotici specifici.

Diffusione e frequenza
Il Toxoplasma gondii è diffuso in tutto il mondo. L’infezione dovuta a questo agente patogeno è frequente in Svizzera: circa un terzo delle donne in età riproduttiva presenta anticorpi specifici, il che significa che è già entrato in contatto con il parassita o ha già contratto la malattia. In Svizzera questa malattia non soggiace all’obbligo di dichiarazione.

Prevenzione
È fondamentale evitare il primo contagio durante una gravidanza. Quale precauzione, le donne incinte dovrebbero assolutamente rinunciare alla carne cruda o non sufficientemente cotta o arrostita (incl. il pollame). Inoltre, occorre sempre lavare accuratamente mani e utensili da cucina dopo avere manipolato carne cruda.

Durante la gravidanza, le proprietarie di gatti dovrebbero provvedere a un’accurata igiene delle mani. Si raccomanda di lavarsi le mani dopo ogni contatto con sabbia o terra. Dato che i medicamenti non permettono di evitare né la trasmissione al bambino né la comparsa dei sintomi nei bambini infetti, una diagnostica o una terapia dell’infezione durante la gravidanza risultano superflue.

Questo sito web utilizza i cookie - per ulteriori informazioni sui cookie e sui diritti degli utenti, si prega di consultare le nostre politiche in materia di privacy in fondo alla pagina. Fare clic su "Accetto" per accettare i cookie e accedere direttamente al nostro sito web.