Curare ferite da taglio e ferite lacero-contuse

Les bandelettes vulnéraires soutiennent la guérison des plaies primaire. Photo : Shutterstock


Medicina d’urgenza

Fonte: TCS Info Feed & Schweizerischer Samariterbund


Succede in fretta: invece che incidere il pezzo di legno ci si taglia nel dito. O un breve momento di disattenzione e si ha una ferita aperta alla testa. Ma quali sono le ferite che possono essere curate da soli, e in quali casi bisognerebbe invece recarsi dal medico?

Quando ci si ferisce, il nostro corpo cerca di riparare la ferita. La pelle dispone di diverse modalità per farlo:

Per prima intenzione
In caso di ferite pulite, non infette, con margini netti e lembi vicini gli uni agli altri (come p.es. in una ferita da taglio) è necessario solo poco tessuto connettivo per chiudere la ferita. Queste ferite guariscono in pochi giorni e lasciano una cicatrice leggera, a malapena visibile.

Per seconda intenzione
Se i lembi della ferita sono invece distanti gli uni dagli altri o se si tratta di una ferita con una perdita più grave di tessuto, la ferita guarisce formando del tessuto di granulazione.

Chiusura della ferita in caso di guarigione per prima intenzione
Per sostenere la prima modalità di guarigione, si possono unire i lembi per mezzo di una sutura oppure, per più comfort, con delle apposite strisce adesive.

Mentre la sutura deve essere eseguita da un personale medico specializzato, queste strisce adesive, conosciute con il nome steri strip, possono essere applicate pure da un dilettante. Ciò può essere per esempio il caso in caso di una piccola ferita che succede a un bambino, poiché spesso suturare una ferita può essere un’esperienza traumatica, o quando si è in vacanza e non è possibile recarsi dal medico. Queste strisce adesive non elastiche vengono apposte sulla ferita in modo da avvicinare i margini della ferita, portando così alla guarigione per prima intenzione.

Requisiti per l’utilizzo di strisce per la chiusura delle ferite

  • La ferita viene curata entro le sei ore successive al ferimento.
  • I margini della ferita possono essere avvicinati e il tessuto circostante è sano.
  • Non vi è stata perdita di tessuto cutaneo, e la ferita è pulita.
  • La striscia aderisce abbastanza bene alla pelle circostante.
  • La persona non è allergica al materiale delle strisce (allergia ai cerotti).
  • Se una striscia per la chiusura delle ferite viene utilizzata per una piccola ferita, nonostante ciò non fosse stato necessario, non ci sono svantaggi.

Non utilizzate queste informazioni come base assoluta per le decisioni sulla salute. In caso di problemi alla salute consultate il vostro medico o farmacista. Navigare su internet non sostituisce la consultazione medica.

Per considerazioni e input, potete contattarci per Email: med@tcs.ch

Questo sito web utilizza i cookie - per ulteriori informazioni sui cookie e sui diritti degli utenti, si prega di consultare le nostre politiche in materia di privacy in fondo alla pagina. Fare clic su "Accetto" per accettare i cookie e accedere direttamente al nostro sito web.