Morsi di serpente: consigli del primario

Les serpents adoptent un comportement méfiant devant les êtres humains. Photo : Pixabay


Medicina d’urgenzaMedicina di viaggio

Fonte: TCS Info Feed


Alle nostre latitudini non vivono serpenti pericolosi come cobra e mamba, ma anche in Svizzera e in Europa un morso di serpente può essere pericoloso.

I serpenti si tengono a distanza dagli umani. Le loro capacità particolarmente sviluppate per riconoscere gli odori e per cogliere le vibrazioni li aiuta a orientarsi sul terreno. Mordono gli umani solo per difendersi, e circa la metà dei morsi che avvengono alle nostre latitudini contengono poco o nessun veleno. In molti luoghi di vacanza europei o oltremare invece la situazione è diverso, poiché sono patria di serpenti velenosi.

A causa dell’elevato numero di specie di serpenti e di veleni, è difficile descrivere i sintomi di un morso da serpente: “Per bambini, persone anziane e per chi ha malattie croniche e per chi è allergico invece, un morso di serpente può avere conseguenze critiche”, mette in guardia il Prof. Dr. med. Aristomenis Exadaktylos, primario e direttore dell‘Universitäres Notfallzentrum (Inselspital di Berna). „In questi casi, esiste un elevato rischio di complicazioni, per esempio di un collasso cardiovascolare.“ Criteri decisivi per lo sviluppo di un avvelenamento rimangono tuttavia le condizioni fisiche del paziente, la quantità di veleno e il tempo di attesa fino a un parere medico e a un trattamento.

I serpenti velenosi paralizzano la vittima colpendo i nervi e i tessuti muscolari, e il loro morso può finire in modo letale. A causa dell’ampia diffusione di strutture sanitarie, oggigiorno ciò accade solo raramente. Tuttavia, possono i tessuti possono essere danneggiati in modo acuto e permanente. Exadaktylos: “In questo modo, subito dopo un morso di serpente si sviluppano dolorose infiammazioni intorno alla ferita. A seconda della parte del corpo colpita, può esserci un forte sanguinamento, con gonfiori dei tessuti che circondano la ferita.”

Ecco come proteggersi
Anche quando le temperature invitano a indossare sandali e bermuda, quando si va a camminare in montagna in paraggi che non si conoscono bisognerebbe indossare scarpe robuste e pantaloni lunghi. Con un bastone si può fare del rumore, che aiuta ad allontanare i serpenti.

Sia in Svizzera che all’estero, se ci si trova davanti un serpente, bisognerebbe lasciargli abbastanza posto per potere scappare via. La maggior parte dei serpenti sono animali notturni o attivi durante il crepuscolo. Perciò, durante questi orari è opportuno prestare particolarmente attenzione.

Dopo un morso di serpente, il Prof. Dr. med. Aristomenis Exadaktylos consiglia di:

  • non entrare in panico
  • recarsi in un posto tranquillo e all’ombra (attenzione ad altri serpenti)
  • bere a sufficienza (prevenzione di un collasso)
  • tenere ferma la parte che è stata morsa il più presto possibile (fascia, stecca)
  • togliere anelli o orologi dalla mano morsa, che può gonfiarsi rapidamente
  • se possibile, disinfettare la parte dove si è stati morsi e coprirla con un panno umido
  • aspirare il veleno succhiandolo o praticare incisioni nella pelle non aiuta
  • per evitare che il veleno continui a circolare nel corpo, bisognerebbe evitare sforzi fisici
  • in caso di nausea, vertigini, sudorazione fredda, tachicardia, perturbazioni dello stato di coscienza o asma, bisognerebbe somministrare immediatamente i gesti di primo soccorso e chiamare il numero d’emergenza (Svizzera: 144)
  • in caso di dubbi, anche in assenza di gravi reazioni, contattare un medico

Questo sito web utilizza i cookie - per ulteriori informazioni sui cookie e sui diritti degli utenti, si prega di consultare le nostre politiche in materia di privacy in fondo alla pagina. Fare clic su "Accetto" per accettare i cookie e accedere direttamente al nostro sito web.