Gustare la fondue chinoise in tutta sicurezza: come evitare le infezioni alimentari

Photo : Pixabay


Malattie e sintomiMedicina d’urgenza

Fonte: TCS Info Feed


Nei giorni di festa si assiste a un aumento delle malattie diarroiche come la campilobatteriosi, spesso causate da un’inadeguata preparazione dei cibi, in particolare della fondue chinoise. Osservando semplici regole si riduce tuttavia notevolmente il rischio di contrarre l’infezione.

Unitamente all’Associazione dei chimici cantonali svizzeri (ACCS), l’Ufficio federale della sicurezza alimentare e di veterinaria (USAV) intende ricordare diversi suggerimenti sull’igiene da seguire per gustare in tutta sicurezza questo piatto.

Le derrate alimentari crude come la carne, il pollame, le uova, il pesce o i frutti di mare possono essere contaminate da germi patogeni. Durante le festività l’inosservanza delle regole d’igiene nella preparazione della fondue di carne è il principale agente scatenante della campilobatteriosi, una malattia diarroica. In questo caso anche i germi antibioticoresistenti possono trasmettersi dalle derrate alimentari all’essere umano.

Il rischio d’infezione può tuttavia essere notevolmente ridotto adottando semplici precauzioni. Preparando questi cibi nel modo giusto si può consumarli in tutta sicurezza. L’USAV e l’ACCS raccomandano quindi di seguire, nella preparazione dei pasti in generale e della carne per la fondue in particolare, le seguenti regole d’igiene:

SEPARARE CORRETTAMENTE
Utilizzare sempre per la carne e per gli altri alimenti taglieri, utensili da cucina e piatti separati. A tavola, utilizzare sempre due piatti: uno per la carne cruda e uno per la carne cotta, i contorni e le salse. Evitare il contatto tra la carne cruda con altri cibi crudi o pronti per essere consumati, come contorni e insalata. Evitare che il liquido della carne fresca scongelata entri in contatto con i cibi crudi o pronti al consumo.

CUOCERE CORRETTAMENTE
La carne, soprattutto il pollame, deve sempre essere ben cotta. Non deve essere cruda all’interno.

Ogni anno 10 milioni di franchi per le cure mediche
In Svizzera ogni anno si notificano all’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) fino a 10 000 casi di infezioni alimentari, di cui 7000–8000 da Campylobacter. Le persone colpite soffrono di forte diarrea, spesso accompagnata da crampi addominali e febbre. I costi legati alle cure mediche ammontano a circa 10 milioni di franchi all’anno.

Fonte: Ufficio federale della sanità pubblica UFSP. Non utilizzate queste informazioni come base assoluta per le decisioni sulla salute. In caso di problemi alla salute consultate il vostro medico o farmacista. Navigare su internet non sostituisce la consultazione medica.

Per considerazioni e input, potete contattarci per Email: med@tcs.ch

Questo sito web utilizza i cookie - per ulteriori informazioni sui cookie e sui diritti degli utenti, si prega di consultare le nostre politiche in materia di privacy in fondo alla pagina. Fare clic su "Accetto" per accettare i cookie e accedere direttamente al nostro sito web.